Servizi on-line

A Veronafiere bilancio positivo per la seconda edizione della rassegna b2b dedicata al bio-food

La filiera del biologico riparte da B/Open con buyer e operatori professionali. Uno sguardo al futuro per catene di approvvigionamento più solide e un percorso di crescita.

Verona, 15 novembre 2021. La seconda edizione – la prima in presenza - di B/Open, rassegna b2b dedicata al bio-food organizzata da Veronafiere nei giorni 9 e 10 novembre scorsi, si è chiusa con un bilancio positivo, grazie alla presenza di buyer qualificati italiani e stranieri - provenienti da Germania, Danimarca, Spagna, area dei Balcani, Turchia, Stati Uniti, Russia e Israele - e dalla formula esclusivamente riservata al business, come richiesto dal mondo del bio.

Risulta dunque vincente, anche per il futuro, la formula «Confex», convegni e workshop abbinati a una parte espositiva e riservati a un pubblico di operatori professionali selezionati.

Le catene di approvvigionamento del biologico hanno individuato Veronafiere come piattaforma non soltanto per gli affari e l'export, ma per rilanciare un settore che, sul piano produttivo è chiamato a raggiungere obiettivi ambiziosi: da un lato incrementare le superfici agricole coltivate in maniera "organic" dal 17% al 25% entro il 2030, secondo quanto previsto dal Green Deal europeo e dalla strategia Farm to Fork, dall'altro aumentare la produzione del cibo biologico Made in Italy, così da incrementare la domanda interna (oggi i consumi domestici hanno superato i 4,6 miliardi di euro) e, parallelamente, sostenere l'export dei prodotti bio di qualità dall'Italia, incrementando così il flusso di esportazioni che già oggi hanno superato i 3 miliardi di euro.

Soddisfatti di quella che, di fatto, è stata la prima edizione «live» di B/Open, gli espositori, che hanno avuto incontri definiti positivi e promettenti dagli stessi operatori.

La conferma, fra gli altri, da Lucio Ceccarelli, amministratore delegato di Terre e Tradizioni: «Siamo stati molto soddisfatti di partecipare all'edizione in presenza di B/Open. Sentivamo la mancanza di uno scenario come questo, perché parlare di prodotti particolari come i nostri richiede un contatto diretto con gli operatori. Speriamo, quindi, che questa sia solo la prima di molte edizioni di B/Open».

Definisce B/Open «una fiera molto soddisfacente» Laura Zecchini, responsabile comunicazione di Latteria San Pietro di Goito, che aggiunge: «Due giorni di manifestazione è il tempo perfetto, abbiamo riscontrato una elevata qualità di buyer e di visitatori».

Per Greta Lo Maestro, responsabile marketing di Naturale Bio, «B/Open è stato un ottimo momento di confronto tra operatori di settore in una fiera b2b, che mancava nel settore fieristico».

«Aspettiamo le prossime edizioni e siamo molto contenti di aver partecipato a B/Open, una manifestazione che come start-up ha regalato un approccio di speranza al settore – commenta Elena Matticari, responsabile marketing di Joe&co –. Un aspetto decisamente importante per noi è che la rassegna di Veronafiere è la prima fiera in Italia dedicata al trade dell'industria biologica».

Il dialogo all'interno delle filiere, azioni per favorire la domanda e spingere i consumi così da non innescare squilibri di mercato e conseguenti black-out dei mercati, soluzioni per aumentare l'innovazione digitale e accompagnare la transizione ecologica sono le leve fondamentali che gli operatori hanno individuato come determinanti per compiere quello scatto che porterebbe il biologico italiano a migliorare la competitività e non subire la rincorsa di altri Paesi comunitari che stanno accelerando sul bio.

Parallelamente, i produttori dal palco di B/Open hanno individuato formule multifunzionali, rotazioni in campo e integrazioni delle filiere come requisiti essenziali per migliorare la redditività e la competitività, altri punti chiave insieme alla riduzione degli sprechi all'interno delle catene di approvvigionamento, pianificazioni produttive lungimiranti, procedure più semplici e riduzione della burocrazia come ulteriore spinta alla crescita.

A B/Open è emersa chiaramente la consapevolezza che il sistema è chiamato a compiere un salto di qualità per passare da mera produzione per il mercato a organizzazioni strutturate e reti di impresa per lo sviluppo di filiere verticali integrate.

I finanziamenti e le opportunità di sostegno al reddito per i produttori biologici (e in alcuni casi della filiera) non mancano, dalla riforma della Politica agricola comune con i Programmi di sviluppo rurale al Piano strategico nazionale che si sta definendo in queste settimane, fino alle opportunità di accedere alle risorse del Pnrr e al fondo complementare del Piano nazionale di ripartenza e resilienza.

News
Prev Next

Ristorazione fuori casa?

21-07-2022 Fiere ed eventi

Ristorazione fuori casa?

La ristorazione fuori casa sarà fra le tematiche al centro dei Congressi di Biofach 2022, Fiera Leader dei Prodotti Biologici, al via martedì 26 luglio a Norimberga. Anche Bioagricert, sempre attenta alle evoluzioni del mercato e...

Leggi tutto...

Osservatorio SANA sui consumi bio: guerra e inflazione modificano le abilutidini degli italiani

14-07-2022 Fiere ed eventi

Osservatorio SANA sui consumi bio: guerra e inflazione modificano le abilutidini degli italiani

Le anticipazioni confermano il ruolo leader dell'Italia nel settore e rilevano una flessione dei consumi bio dopo la crescita consistente legata alla pandemia. I dati completi saranno al centro degli Stati generali del biologico, in...

Leggi tutto...

Deroga all’utilizzo di fibra di agrumi non biologica

13-07-2022 Normativa

Deroga all’utilizzo di fibra di agrumi non biologica

Il Ministero delle Politiche Agricole - PQAI 01 con Nota N.0307637 dell'11/07/2022 ha autorizzato, ai sensi dell'art. 25 del Reg. UE 2018/848, l'uso di fibra di agrumi non biologica per la produzione di prodotti biologici...

Leggi tutto...

E dopo Biofach, sarà la volta di SANA!

29-06-2022 Fiere ed eventi

E dopo Biofach, sarà la volta di SANA!

La community B2B bio e naturale si dà appuntamento a SANA 2022, punto d'incontro strategico per produttori, distributori, buyer nazionali e internazionali, istituzioni e organismi di controllo. A bologna, dall'8 al 12 settembre.

Leggi tutto...

Ultime novità Importazione di prodotti biologici da Paesi Terzi

16-06-2022 Normativa

In relazione ai controlli aggiuntivi prodotto/paese a rischio, sulle partite di prodotti biologici importati, la Commissione ha definito il nuovo approccio che verrà applicato dal 1/7/2022.

Leggi tutto...

Pubblicato il DM 229771/22: scompare il codice operatore dalle etichette

10-06-2022 Normativa

Pubblicato il DM 229771/22: scompare il codice operatore dalle etichette

Lo scorso 20 maggio il MiPAAF ha diffuso il testo del DM 229771/22 che aggiorna (e in buona parte conferma) tutte le disposizioni nazionali utili ai fini dell'attuazione della normativa comunitaria in materia di produzioni...

Leggi tutto...

Materiali e Registrazione Webinar: integratori alimentari e nutraceutici

10-06-2022 Webinar

Materiali e Registrazione Webinar: integratori alimentari e nutraceutici

Non sei riuscito a partecipare al webinar del 30 giugno su Integratori alimentari e nutraceutici: come affrontare le principali novità in campo regolatorio e le nuove frontiere della sostenibilità? Guarda la registrazione e scarica le...

Leggi tutto...

Materiali e Registrazione Webinar: Acquacoltura Biologica

08-06-2022 Webinar

Materiali e Registrazione Webinar: Acquacoltura Biologica

Non sei riuscito a partecipare al webinar del 20 giugno L'acquacoltura biologica: aggiornamenti normativi alla luce del nuovo Reg. UE 848/2018 e del DM 229771 del 20/05/2022? Guarda la registrazione  e scarica i materiali.

Leggi tutto...

Decreto di Autorizzazione eccezionale uso piretrine (ASSET FIVE) su olivo per il controllo del vettore Xylella et al

06-06-2022 Normativa

A questo LINK il Decreto di Autorizzazione eccezionale all'uso di piretrine (ASSET FIVE) su olivo per il controllo del vettore Xylella et al

Leggi tutto...

Aggiornamento Banca Dati Sementi

06-05-2022 Normativa

Informiamo che, dal 1° gennaio 2023, "Frumento duro", "Frumento tenero", "Orzo", "Avena comune e bizantina", "Farro dicocco" e "Farro monococco" saranno trasferite in "Lista Rossa".

Leggi tutto...