Servizi on-line

Fosfiti in agricoltura biologica: importanti novità. Pubblicato il DM in Gazzetta

È stato pubblicato il 9 settembre (GU 224 - anno 161) il Decreto Ministeriale che modifica il DM 309/2011 “Contaminazioni accidentali e tecnicamente inevitabili di prodotti fitosanitari in agricoltura biologica”.

Partecipa al webinar dedicato venerdì 18 settembre! Clicca QUI

Il nuovo Decreto introducendo specifiche soglie di de-certificazione da applicare in caso di rilevazione di acido fosfonico, conferma l’approccio italiano alla problematica residui che non trova riscontro in buona parte degli altri Paesi Membri.

Anche le linee guida BNN e EOCC seguite da buona parte degli organismi di controllo europei ed internazionali fissano semplicemente delle soglie di avvio delle indagini e non delle soglie di de-certificazione (acido fosforoso ≥ 0,05 mg/Kg per BNN e ≥ 0,2 mg/Kg per EOCC).

Il nuovo Decreto prevede un periodo transitorio, fino al 31 dicembre 2022, nel corso del quale si applicano i seguenti limiti:

Acido fosfonico ≥ 1 mg/Kg per le colture arboree 

Acido fosfonico ≥ 0,5 mg/Kg per le colture erbacee

Gli stessi limiti si applicano anche ai prodotti trasformati derivanti da tali colture con la sola esclusione dei casi conclamati di falso positivo (per i quali non risultano al momento fonti ufficiali).

Nel caso dei prodotti trasformati si tiene in dovuto conto del fattore di concentrazione e, quindi, delle variazioni del tenore di residui di acido fosfonico determinate dalle operazioni di trasformazione e miscelazione.

In caso di rilevazione di acido etil-fosfonico – il metabolita che normalmente è direttamente derivato dal fosetil-alluminio – continua ad applicarsi il limite di 0,01 mg/kg. Lo stesso limite già previsto dal D.M. 309/2011 per tutti gli altri principi attivi non ammessi.

Per i prodotti biologici vitivinicoli trasformati, fino al 31 dicembre 2022, il decreto permette di applicare il limite di 0,05 mg/kg anche in caso di rilevazione l’acido-etilfosfonico tenuto conto della possibile trasformazione dell’acido fosfonico in etil-fosfonico a causa della presenza di etanolo nei trasformati enologici.

Nel caso di prodotti composti non esclusivamente da prodotti biologici (che, quindi, contengono anche ingredienti convenzionali ammessi), è necessario tenere presente i limiti massimi residuali relativi alla frazione di prodotti non biologici. 

 Scaduto il periodo transitorio, a partire dal 1° gennaio 2023, la soglia di de-certificazione da applicare indistintamente per tutti i casi sopraindicati diventa pari a:

Acido fosfonico ≥ 0,05 mg/Kg

In sintesi, il DM introduce delle soglie di de-certificazione obbligatoria, intese come “soglie numeriche” al di sopra delle quali il lotto di prodotto risultato contaminato non può essere in nessun caso commercializzato con la certificazione di produzione biologica (anche in caso di presenza accidentale non attribuibile all’uso da parte dell’operatore).

È doveroso precisare che, anche per in tutti gli altri casi di esito positivo alle analisi per l’acido fosforoso, il nuovo decreto non esime gli Organismo di Controllo dall’obbligo di avviare l’indagine per accertare l’effettiva accidentalità e confermare la corretta applicazione del metodo biologico.

L’applicazione del nuovo decreto avrà certamente un importante impatto sugli operatori italiani, tenuto conto del fatto che in buona parte degli altri Paesi Membri non sono fissate delle soglie di de-certificazione di legge e, in particolare nei casi di rilievo di acido fosforoso, è previsto esclusivamente lo svolgimento di indagini volte all’accertamento della corretta applicazione del metodo biologico. 

Il Responsabile Attività di Controllo
Alessandro Pulga

News
Prev Next

San Marino: l’UE lo riconosce come stato membro per i prodotti biologici

19-10-2020 Normativa

San Marino: l’UE lo riconosce come stato membro per i prodotti biologici

San Marino: l'UE lo riconosce come stato membro per i prodotti biologici      

Leggi tutto...

Brexit: quali conseguenze per il settore biologico?

19-10-2020 Normativa

Brexit: quali conseguenze per il settore biologico?

Per quanto riguarda la tematica della Brexit e il commercio di prodotti biologici UE/Regno Unito, EOCC invia le seguenti informazioni dopo una telefonata con i rappresentanti della DEFRA (Department for Environment, Food & Rural Affairs...

Leggi tutto...

Vi aspettiamo a Verona alla Fiera B/OPEN

15-10-2020 Fiere ed eventi

Vi aspettiamo a Verona alla Fiera B/OPEN

B/Open è la nuova iniziativa di Veronafiere dedicata al biologico.In programma dal 23 al 24 Novembre 2020, la manifestazione si propone come la prima fiera in Italia esclusivamente b2b, rivolta agli operatori italiani ed esteri...

Leggi tutto...

RISULTATI SOPRA LE ATTESE PER SANA RESTART

12-10-2020 Fiere ed eventi

Primo evento in presenza dopo il lockdown per BolognaFiere, SANA RESTART si conferma punto di riferimento per gli operatori e il pubblico di appassionati del biologico e del naturale che non hanno voluto mancare l'appuntamento,...

Leggi tutto...

Bio e sostenibilità: intervista ad Alessandro Pulga

25-09-2020 News

Il bio è sostenibile? La Dott.ssa Barbara Olioso, fondatrice della Green Chemist Consultancy, specializzata nello sviluppo di cosmetici green da oltre 20 anni, ha posto questa domanda al Dott. Alessandro Pulga, Sales Manager di Bioagricert.

Leggi tutto...

Fosfiti in agricoltura biologica: importanti novità. Pubblicato il DM in Gazzetta

10-09-2020 Normativa

È stato pubblicato il 9 settembre  (GU 224 - anno 161) il Decreto Ministeriale che modifica il DM 309/2011 “Contaminazioni accidentali e tecnicamente inevitabili di prodotti fitosanitari in agricoltura biologica”. Partecipa al webinar dedicato venerdì 18 settembre!...

Leggi tutto...

Reg. 848/2018 - Sempre più probabile il posticipo di 1 anno dell'entrata in vigore

04-09-2020 Normativa

EOCC e IFOAM EU hanno appena diramato delle informative contenenti l'annuncio con il quale la Commissione comunica che il prossimo piano d'azione biologico dell'UE è aperto alla consultazione pubblica e la proposta di posticipare di...

Leggi tutto...

Importazione prodotti bio da Paesi Terzi: aggiornamenti

20-07-2020 Normativa

Emergenza COVID 19: Misure eccezionali per i prodotti bio importati da Paesi Terzi In tema di controlli aggiuntivi e rinforzati dai paesi a rischio nel cotesto Covid-19, in data 1 luglio la commissione ha stabilito in...

Leggi tutto...

Clorati: i nuovi limiti valgono anche per i prodotti biologici

08-07-2020 Normativa

In una recente Nota n° 37766 del 6.07.2020 (Link) il MiPAAF, rispondendo ad un quesito posto da AssoBio si è espresso in merito ai livelli massimi di residui di clorati nei prodotti biologici, vista anche...

Leggi tutto...

Evento Fico del 14 ottobre spostato a marzo 2021

26-06-2020 Fiere ed eventi

Alla luce degli sviluppi dell'emergenza sanitaria che fanno ben sperare ma che non forniscono alcuna certezza per i prossimi mesi, abbiamo deciso di spostare l'evento del 14 ottobre p.v. LE ECCELLENZE AGROALIMENTARI ITALIANE SUI MERCATI...

Leggi tutto...